La fibromialgia è una condizione che causa dolori e stanchezza diffusa e spesso viene erroneamente interpretata.

Se vi sono stati diagnosticati con fibromialgia e vuole ottenere quante più informazioni possibili circa la condizione, si possono trovare alcuni miti e idee sbagliate circa la fibromialgia.

 

In questa intervista, Connie A. Luedtke, la Clinica supervisore di cura da stanchezza cronica e la fibromialgia Mayo Clinic, Rochester, Minnesota, dice alcune idee sbagliate comuni circa la fibromialgia.
L’idea sbagliata più comune è che la gente pensa che la fibromialgia non sia un vero problema di salute o che sia “tutto in testa”.
Molto è sconosciuto circa la fibromialgia, ma i ricercatori hanno ottenuto ulteriori informazioni su questa malattia negli ultimi anni.

Nelle persone affette da fibromialgia, il dolore del cervello e del midollo spinale segnala in modo diverso. Di conseguenza, queste persone reagiscono più intensamente al tatto e alla pressione, con una sensibilità al dolore esacerbato. È un vero problema fisiologico e neurochimico.

Nella nostra società, le persone tendono a pensare che ci sia una cura o una soluzione per qualsiasi problema medico. Tu vai al medico e spero di risolvere il problema con farmaci o interventi chirurgici.
Questo è frustrante per il paziente con fibromialgia perché l’approccio con i trattamenti tradizionali non è efficace.
Ed è anche frustrante per i professionisti della salute, perché vogliono aiutare le persone. Ma non esiste una soluzione facile.

Per ottenere il benessere, sono necessari cambiamenti nello stile di vita e nelle piccole misure. È un processo.
Sempre più persone capiscono che la fibromialgia è un vero problema, molte volte perché conoscono qualcuno che lo ha; Forse una sorella, una figlia o una madre.
E sempre più uomini sono diagnosticati con fibromialgia, ora che i criteri diagnostici non sono tanto focalizzati sul numero di punti sensibili che il paziente potrebbe avere.
I professionisti della salute stanno osservando che le persone che hanno fibromialgia possono controllare i sintomi attraverso cambiamenti nel loro stile di vita, migliorare le loro prestazioni generali e la loro qualità di vita. Possiamo dire che c’è speranza per il futuro.

Alcune persone sostengono che i loro sintomi della fibromialgia peggiorano dopo aver mangiato alcuni alimenti o additivi come farina raffinata, latticini, zucchero, sostituti dello zucchero o glutammato monosodico; tuttavia, non esistono prove evidenti, basate sulla ricerca che sostiene queste affermazioni.
Alcuni studi mostrano i vantaggi di evitare alcuni alimenti o additivi, mentre altri studi non mostrano correlazioni.
Gli scienziati stanno studiando possibili connessioni tra il consumo di glutine e i sintomi della fibromialgia, benché siano ancora necessarie ulteriori ricerche.
Le persone che soffrono di fibromialgia sono anche più probabili di essere obesi o in sovrappeso, e entrambi i problemi influenzano la qualità della vita. Perdere peso può aiutare alcune persone a ridurre i sintomi della fibromialgia.

Il potere della mente è un vero fattore nella percezione del dolore.
Ad esempio, ci sono studi che hanno dimostrato che l’ansia che si verifica quando anticipa il dolore è spesso più problematica dell’esperienza del dolore stesso.
In questo senso, la mente ha un impatto negativo sui sintomi.
Molte persone che vengono alla clinica di fibromialgia. Mayo Clinic, sono perfezionisti, con aspettative molto alte di se stesse.
Non hanno adattato alle aspettative più realistiche dopo aver manifestato i sintomi della fibromialgia. Queste persone hanno difficoltà a imparare a rilassarsi.
Possono sopportare il dolore e continuare a svolgere le loro attività, al punto di essere esauriti.
Tuttavia, imparando a moderare i loro livelli di attività, aggiustano gradualmente le loro aspettative e riescono ad essere più attivi senza esagerare.

Le persone riportano livelli più bassi di dolore quando possono rallentare la frequenza cardiaca, respirare profondamente e praticare altre tecniche di rilassamento.
Nella nostra clinica, li insegniamo gli strumenti che possono utilizzare per approfittare di ciò che possono controllare.
Se le persone con fibromialgia ritengono che non c’è niente che possa aiutarli, continueranno senza ricevere il trattamento.
Anche se non c’è cura, ci sono trattamenti che possono davvero migliorare la tua qualità di vita.
Dovrebbero riconoscere che è bene chiedere aiuto, e prendere il tempo per esercitare e rilassarsi ogni giorno.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *