Lettera alla mia famiglia e agli amici di fibromialgia

Questa è una lettera aperta ai miei amici quando sono stato bene e alcuni membri della mia famiglia che non capiscono (alcuni neanche provano) questa malattia.Carta a mi familia y amigos sobre la fibromialgia

Lettera alla mia famiglia e agli amici di fibromialgia
Non cerco di fare del male o di far sentire qualcuno colpevole, voglio solo condividere quello che sento con te nella speranza di ottenere più comprensione e supporto da parte tua.

So che siete molto impegnati nella tua vita, sono stato troppo prima, ma solo pochi minuti del tuo tempo.

So che è molto difficile sapere cosa dire o sapere come agire quando un familiare o un amico ha una malattia cronica e non c’è cura per questo. Anche se non è mortale, non pensate che sia quindi meno doloroso o meno invalidante;

proprio a causa di quanto sia difficile e difficile affrontare questa nuova situazione, ti voglio ancora nella mia vita e ti ho bisogno di molto più di prima. È ora che ti devo chiedere di essere più vicino, non è complicato e sono solo cose molto semplici. Trascorri mezz’ora del tuo tempo con me, prendi un caffè insieme, se sto bene, fare una passeggiata, chiamami una volta a settimana solo per chiacchierare qualche minuto. Cose semplici.

Per favore non dimenticarmi quando fai piani o mi spingi via dalla tua vita. È una situazione molto complessa, dolorosa per sentirsi socialmente ritirata. So che è fastidioso quando hai qualcuno a fare qualcosa, vai al cinema, una cena o una festa di compleanno e che la persona non può andare ma se ciò accade non lo prende personalmente, significa solo il dolore o il mio livello di l’energia non mi permetterà di fare un passo. Non è una cosa che decido quando succederà.

Se mi avevi visitato non sbagliare se sarò sul divano o nel letto, il dolore e la stanchezza fanno che succede per lungo tempo come questo, ma la tua visita mi farà bene e godrò il tempo che puoi dedicarmi a me. Anche se è difficile per voi capire, può richiedere diverse ore per recuperare dopo la visita, è esausta di avere una conversazione in molte occasioni, ma ti ringrazio con cuore quel tempo con te.

Chiedimi, chiedimi informazioni per la mia malattia, posso prestarti un libro su di esso e consigliare pagine web dove troverai informazioni per capire meglio la mia condizione, ho dovuto farlo per comprendere meglio questa malattia. Non chiedermi l’impegno o la cura della risposta.

Dimmi se sarai disponibile e ascolti un giorno Devo parlare e pensare che non mi piace parlare di malattie per tutto il tempo, posso ancora parlare di più cose con te, film, sport, i nostri figli … le mille cose di cui ha parlato prima che si ammalasse.
Tu sei una parte molto importante della mia vita e non voglio perderti. È importante che io rimanga di fianco in questo viaggio per la vita.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *